Taratura Setacci e Crivelli Certificati

Raccogliamo da un po' di tempo (recentemente  in modo piu' assiduo)  richieste di chiarimenti circa la taratura, il controllo e la certificazione dei Setacci.

 

Desideriamo quindi informarVi, con lo scopo di rendere il tutto piu' chiaro possibile, sullo status effettivo di questa tematica.

 

Innanzitutto, allo stato attuale, confermiamo che in Italia non ci risulta alcun ente e/o centro Sit autorizzato alla "taratura" dei Setacci. Non risultano inoltre esserci enti sul nostro territorio nazionale che possono emettere direttamente certificati Ukas.

 

Ukas è l’ente di accreditamento del Regno Unito (il corrispettivo del nostro Sinal/Accredia) ed è operante sul territorio Britannico. Per fornire una linea guida che delinea procedure alternative, o complementari, per il controllo dei Setacci durante l’utilizzo industriale, ha emesso il documento Ukas “Treaceability Test Sieve Lab 22, oggi in edizione 1.

 

Essendo tale documento una linea guida e non una Norma di Riferimento non potrà essere inteso come obbligatorio. La Giuliani Tecnologie, in qualita' di costruttore, si riferisce quindi, per quanto di competenza, alle norme ISO 3310-1/2, menzionate, tra l'altro, anche nel documento Lab22.

 

E' chiaro che questa seconda opzione risulta piu' pratica e sicuramente piu' economica rispetto all'utilizzo di kit di polveri o sfere “calibrate” (dal produttore) ma il test andrebbe eseguito su Setacci nuovi in modo da creare da subito quello che viene definito "reference offset", cioè un valore cui far riferimento per i successivi controlli (punto 5.4.4.4)Risulta ovviamente chiaro che qualunque non conformita' formulata per mancata attinenza a procedure che non siano le Normative di riferimento è da ritenersi non attendibile.

 

Tuttavia, noi per primi, concordiamo che un controllo ciclico sulle reti sia fondamentale per monitorare gli strumenti utilizzati per la separazione delle polveri  e quindi consigliamo di valutare quelle che sono le indicazioni lì espresse.

 

Il documento "Traceability Test Sieve Lab 22 , Edition 1" evidenzia la neccessita' di controlli sulle maglie, suggerendo di utilizzare eventuali kit di polveri o sfere “calibrate” che possono essere acquistate presso alcuni centri specializzati (polveri BCR), oppure, in alternativa, si può fare riferimento alla procedura che viene definita  "Procedure using Performance Check Samples" (punto 5.4.4), ovvero il controllo per mezzo di un campione di prodotto dello stesso tipo di quanto normalmente utilizzato, creato dall'utente stesso,  che garantisca almeno un 50% di residuo sulla maglia da verificare.

 

Per concludere Vi informiamo che tutti i Setacci Normalizzati GIULIANI sono accompagnati da un Certificato di Conformita' che attesta che le reti, i materiali, le dimensioni e le metodologie di costruzione sono conformi e riconosciute degli istituti di normalizzazione di riferimento.

I Setacci Giuliani sono  tarati secondo procedura Giuliani Sieve Lab Test 001 in conformità alle normative internazionali ISO 3310-1/2 e del documento UKAS Traceability Test Sieve LAB22 edition1 e tutte le procedure indicate sono parte integrante del nostro sistema di qualità certificato ISO 9001. Sottolineiamo che il sistema di qualità del Lab Test Giuliani tecnologie opera con procedure conformi alle disposizioni della ISO IEC 17025.

Please reload

Follow Us
  • Facebook B&W
  • Twitter B&W
  • Google+ B&W
  • YouTube B&W
Recent Posts

Friday, September 4, 2015

Please reload

Search By Tags
Please reload

GIULIANI TECNOLOGIE srl.

Unipersonale - Cap.Soc. Int. Vers. 25.850€

 

Via Centallo 62/18

10156 Torino - Italy

 

Phone +39 - 011.27.30.666 r.a.

Fax +39 - 011.27.30.668

 

Skype  giulianitecnologie

 

info@giuliani.it

www.giuliani.it

© 2019 by Giuliani Tecnologie srl.